AstraZeneca: risultati del secondo trimestre 2010


7 Agosto 2010 - Le vendite di AstraZeneca nel secondo trimestre sono aumentate dell'1% a tassi di cambio costanti ( CER ) e sono state pari a 8,178 milioni di dollari.

I ricavi nei mercati al di fuori degli Stati Uniti sono aumentati del 5% a tassi di cambio costanti; l'incremento è in gran parte da attribuire alla crescita del 16% nei Mercati Emergenti.
Negli Stati Uniti i ricavi sono diminuiti del 4% a tassi di cambio costanti, principalmente a causa della concorrenza dei generici per Toprol-XL, Pulmicort Respules e Casodex.

Le vendite di Crestor ( Rosuvastatina ), un farmaco ipolipemizzante, nel secondo trimestre sono aumentate del 23% a tassi di cambio costanti.

L'utile operativo primario nel secondo trimestre è stato di 3,650 milioni di dollari, invariato a tassi di cambio costanti; il livello inferiore degli altri proventi operativi ha compensato i maggiori ricavi e i minori costi operativi.
L'EPS ( utile per azione ) primario nel secondo trimestre è aumentato del 9% a tassi di cambio costanti ed è stato pari a 1,79 dollari.
Sull'EPS primario hanno influito positivamente i minori oneri finanziari netti e la minore aliquota fiscale effettiva rispetto all'anno precedente.
L'EPS riportato nel secondo trimestre è aumentato del 22% a tassi di cambio costanti ( CER ) ed è stato pari a 1,46 dollari.

La validità del brevetto di Crestor è stata confermata in una decisione annunciata da un tribunale statunitense il 29 giugno 2010.

Il Board ha raccomandato un primo acconto sul dividendo di 0,70 dollari. Il target fissato per il riacquisto netto di azioni è stato aumentato a 2 miliardi di dollari per il 2010.
Il target fissato per l'EPS primario su base annuale è aumentato ed è compreso nella fascia tra 6,35 e 6,65 dollari.

XageneFinanza2010



Indietro

2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer